Passa ai contenuti principali

RECENSIONE THE TOWER DI KATHARINE MCGEE

Salve a tutti lettori anonimi, come state? Oggi sono qui con una recensione di un libro dalla copertina molto bella, ossia "The tower: il millesimo piano" di Katherine McGee, scrittrice nata in Texas, laureata in Letteratura Inglese e Francese a Princeton, ha concluso gli studi con un MBA a Stanford. E' durante li anni vissuti nel minuscolo appartamento di New York che ha cominciato a fantasticare sui grattacieli e a scrivere. Questo è il suo romanzo d'esordio, un successo annunciato, entrato direttamente al secondo posto della classifica bestseller del New York Times alla sua uscita negli Stati Uniti.

Titolo: The tower: il millesimo piano
Titolo originale: The thousandth floor
Lingua originale: inglese
Autrice: Katharine McGee
Traduttrice: Gloria Pastorino
Editore: Piemme
Anno: 2017
Genere: young adult
Sottogenere: thriller
Formato che ho e prezzo di copertina: rilegato a €17.00
Adattamenti cinematografici: //

Più in alto arrivi, più in basso cadrai.

Manhattan, 2118. New York è diventata una torre di mille piani, ma le persone non sono cambiate: tutti vogliono qualcosa, e tutti hanno qualcosa da perdere.

La spregiudicata Leda, che brama una droga che non avrebbe mai dovuto provare e un ragazzo che non avrebbe mai dovuto toccare.
La viziata Eris, che dopo aver perso tutto in un istante vuole risalire, ma presto comincerà a chiedersi quale sia veramente il suo posto.
L'intraprendente Rylin, che un lavoro ai piani alti trascinerà in un mondo - e in una relazione - mai immaginati: la nuova vita le costerà quella vecchia?
Il geniale Watt, che può arrivare ai segreti di ciascuno e, quando viene assunto per spiare una ragazza, si troverà imprigionato in una rete di bugie.
E sopra tutti, al millesimo piano del Tower, vive Avery, disegnata geneticamente per essere perfetta.
La ragazza che sembra avere ogni cosa, tormentata dall'unica che non dovrebbe nemmeno desiderare…...

Una torre di mille piani
che svetta nel cielo di New York,
un futuro patinato
dove tutto è possibile...
sei abbastanza audace
da afferralo?

Il romanzo è strutturato in capitoli narrati ogni volta da uno dei cinque personaggi principali, ossia Avery, la ragazza geneticamente perfetta e appartenente ad una delle famiglie più ricche di New York, e proprio per questo lei vive nel millesimo piano del palazzo chiamato Tower. Nella sua perfezione, e nel lusso che le potrebbe dare tutto quello di cui ha bisogno, lei non potrà mai avere al suo fianco la persona di cui è innamorata.
Leda è la migliore amica di Avery, e hanno sempre avuto un rapporto molto intenso, proprio come due sorelle. Lei però ha dovuto affrontare un'estate all'interno di un centro di disintossicazione, e questo suo segreto le renderà difficile il rapporto con Avery. Il suo "difetto"? Pronta a diventare psicopatica per raggiungere i suoi obbiettivi.
Watt è l'hacker migliore in circolazione grazie a Nadia, un'intelligenza artificiale inserita nel suo cervello.
Eris è un'amica di Avery. Lei rimane vittima di uno scandalo di cui non è responsabile, ed è costretta ad abbandonare la sua casa per trasferirsi ai piani bassi, assieme ad un dolore nel suo cuore, e a nuove esperienze da affrontare.
Infine c'è Riley, una ragazza dalle tante responsabilità, che vive nei piani bassi con la sorella minore, dopo aver perso entrambi i genitori.

I temi trattati da Katahrine sono l'amicizia, l'amore, la vendetta, l'ossessione, le perdite ed il dolore, mostrando come il lusso o il denaro non siano la vera felicità nella vita di una persona, o l'unica cosa che conta.

Una storia scritta in modo scorrevole e semplice, senza appesantire la lettura con tutti questi narratori differenti, anzi lo trovo sicuramente un punto a favore, mostrando la bravura della McGee per aver gestito benissimo questo tipo di narrazione.
Altro punto a favore è sicuramente il prologo, un vero botto bello, intrigante e interessante, che invoglia il lettore a proseguire la narrazione già dopo le prime due pagine.
Una storia e dei personaggi che mi fanno pensare ad una rivisitazione futuristica di Gossip Girl.
 


McGee è riuscita a realizzare un libro accattivante, e che ti scombina i piani ogni volta, ma che prepara il lettore ad un finale che non avrei mai preso in considerazione.

Il mio personaggio preferito? Non saprei chi dirvi, perché tutti sono molti interessanti; forse Avery ci rende più partecipi nella sua vita, ma non saprei veramente chi scegliere.

Un thriller young adult che vede come protagonisti adolescenti dalle diverse personalità, e misteriosi intrecci; sicuramente una lettura consigliata, che mi fa attendere con trepidazione il seguito di cui si conosce solo il titolo originale, ossia "The dazzling heights". 

VOTO: 4/5



E voi che ne pensate?
Al prossimo post!
-La ragazza che si nasconde dietro un libro-

Commenti

  1. Bella recensione, ma io vorrei capire perché a quanto pare sono l’unica che ha avuto difficoltà con questo libro, sigh! I personaggi mi sono sembrati quasi tutti degli antipatici senza spina dorsale, soprattutto la viziata Avery e Watt.
    Rylin era senza dubbio la mia preferita e ovviamente la shippavo tantissimo con Cord *^*
    Per il resto, si, scritto bene, ma niente di che… Non so se continuerò la serie :c
    Comunque puoi trovare il mio sfogo/recensione delusa qui :c
    Rainy

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

IL SIGNIFICATO DELLE DITA

RECENSIONE WE CAN BE MENDED DI VERONICA ROTH

CORRETTORE FLUIDO KIKO