lunedì 1 gennaio 2018

TAG DI FINE ANNO 2017

Ciao a tutti lettori anonimi, mi spiace molto che in questi ultimi mesi io non sia stata presente, ma con l'inizio dell'anno nuovo voglio impegnarmi sul serio ad essere sempre presente.
Oggi inizia l'anno 2018, perciò...
Per ricordare l'anno che ormai è passato,risponderò alle 8 domande del tag di fine anno.

1.Qual'è il primo libro letto nel 2017?
Il primo libro letto nell'anno 2017 è stato "Bianca come il latte, rossa come il sangue" di Alessandro D'Avenia, un libro veramente bello e importante per i temi che tratta, che ho recensito per voi qui.

2.Qual'è il libro più breve letto nel 2017?
Qui si contengono il posto "Kindred Spirits" di Rainbow Rowell (se si considera sola la storia sua, e non gli extra, e la recensione è qui), e "We can be mended" di Veronica Roth, l'epilogo della trilogia Divergent (recensione qui).
  
3.Il libro più voluminoso?
"Era una famiglia tranquilla", il romanzo d'esordio di Jenny Blackhurst, uno splendido thriller psicologico che io ho amato follemente, e di cui trovate la recensione qui.

4.Quale libro ti ha sorpreso positivamente?
Qui avrei un paio di titoli da citare, ma scelgo di nominare soltanto "Il buio oltre la siepe" di Harper Lee. Questo romanzo mi ha sorpreso positivamente, perché era un libro che ho preso senza sapere nulla della storia, ma soltanto che era un classico che molti avevano letto. Anche di questo trovate la recensione qui.

5.Quale libro apprezzato da molti a te non è piaciuto?
Qui vorrei citare "Per dieci minuti" di Chiara Gamberale, perché se la storia potrebbe essere avvincente, la forma di testo scelta non la trovo adatta, il racconto ricade in molte ripetizioni e trovo che la scelta dello scrivere un romanzo sotto froma di diario,per questo tipo di racconto, abbia tolto parti che potevano essere sviluppate. 
Trovate anche di questo la recensione qui.

6.Parla di un autore/autrice che hai letto per la prima volta nel 2017
Per la prima volta ho letto un romanzo di Nicholas Sparks ossia "Le pagine della nostra vita"; il suo modo di scrivere mi ha veramente colpito ed emozionata, mia coinvolto e mi ha fatto vedere tutte le sfaccettature di un emozione così grande. Vedrò in futuro se leggere altri suoi romanzi, o continuare a riguardare i film tratti dai suoi libri. 
Se volete sapere altro vi lascio la recensione di questo romanzo qui.

7.Parla di un libro che hai letto tutto d'un fiato
Un libro che ho letto tutto d'un fiato è stato sicuramente "Tower" di Katahrine McGee, sopratutto grazie all'inizio strepitoso e la capacità della scrittrice nel scrivere un thriller, che pagina dopo pagina, ti scombina tutti i piani.
Trovate la recensione qui.

8.C'è un libro che ti è stato consigliato da qualcuno e ti è piaciuto molto?
Stranamente nel 2017 ho letto libri scelti da me senza particolari consigli, e l'unico libro che mi è stato consigliato che mi viene in mente è "Noi siamo infinito" di Stephen Chbosky, un romanzo che non sono riuscita ad apprezzare fino in fondo, come gli altri hanno fatto. Lo ho trovato ricco di significato e con temi importanti, ma non è riuscito a catturare la mia attenzione tranne nella conclusione, che sfortunatamente è durata pochissimo. 
Recensione qui.
Vorrei concludere sottolineando il fatto che è stata dura scegliere, perché ci sarebbero tanti altri libri da citare e che hanno segnato l'anno passato di lettura, numerosi autori letti per la prima volta che mi hanno sconvolto, prime letture in lingua inglese (serie) che mi hanno sorpreso positivamente, e tante altre scoperte legate ai libri.

Inoltre ci tengo a ringraziare tutti voi per il supporto che mi avete dato, e che spero mi darete ancora.
E voi come rispondereste alle domande?
 Al prossimo post!
-La ragazza che si nasconde dietro un libro-

4 commenti:

  1. Ciao, buon anno! "Il buio oltre la siepe" è da un po' che vorrei leggerlo, spero che questo sia l'anno buono! Della Gamberale non ho letto nulla, ma mi piacerebbe farlo così da farmi una mia opinione ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille e di nuovo buon anno anche a te Ariel! Ti consiglio caldamente il "Il buio oltre la siepe", e appena leggi qualche titolo di Chiara Gamberale fammi sapere che ne pensi :)

      Grazie per il tuo commento, spero di vederti sotto anche nei prossimi hahaha

      un saluto e a presto!

      Elimina
  2. Ciao! We can be mended è in attesa che lo legga. Sono un pò combattuta, perchè da un lato voglio conoscere la fine della storia, dall'altro non ho affatto gradito la piega che la trama ha assunto :(
    E' stato davvero un vero peccato, soprattutto per il povero Four.
    "Per 10 minuti" non è tra i miei libri preferiti, ti capisco. Mi aspettavo qualcosa in più sebbene l'idea che lo caratterizza mi piaccia molto. Era troppo breve, qualche altro capitolo sarebbe stato utile per sviluppare l'intreccio.
    Un salutone e al prossimo Post. Auguri di buon anno :)
    Leryn

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Leryn, anche a te tantissimi auguri di buon anno!
      Capisco il tuo parere per quanto riguarda il mancato lieto fine "e vissero tutti felici e contenti (e assieme)", ma da un lato penso che ogni tanto un finale divero dal solito, o da quello che davo per scontato ci potrebbe anche stare, ma comprendo la tua opinione e la condivido. Ti consiglio comunuqe la lettura di qel piccolo racconto, perchè a me ha ridato il sorriso e l'emozione che solo questa serie mi ha saputo regalare.

      Mi fa piacere che anche te condividi il mio pensiero per quanto rigurada il libro "Per 10 minuti", perché sto solo sentendo persone che lo hanno amato, e finalmente sentire qualcuno con la mia stessa idea mi fa sentire meglio hahahah.

      Grazie mille per il tuo commento e spero di rivederti sotto ai prossimi!

      Un mega saluto anche a te e al prossimo post!

      Elimina