martedì 4 aprile 2017

RECENSIONE WE CAN BE MENDED DI VERONICA ROTH

Salve a tutti lettori anonimi, come state?
Finalmente sono riuscita a leggere l'epilogo che solo alcuni sono riusciti a prendere, e sto parlando di "We can be Mended" di Veronica Roth (serie Divergent).
Partendo dal presupposto che ho amato l'intera trilogia Divergent, e per quanto il finale non sia un lieto fine (come molti fans avrebbero desiderato), trovo che sia una saga perfetta dall'inizio alla fine, e sapere dell'arrivo di Four e di questo epilogo mi aveva un po' preoccupato: Perché?
Semplicemente per il fatto che era talmente perfetta la serie, che non volevo rimanere delusa da queste due aggiunte, ma da amante della serie e curiosa del risultato, mi sono messa dei bassi presupposti per non rimanere totalmente delusa, e dopo aver letto entrambi i risultati...wow!!!
Ragazzi miei se era perfetta prima, adesso lo è ancora, e non mi fa smentire il fatto che Veronica ha creato un capolavoro.
Quindi la scorsa settimana ho recensito per voi Four (e se cliccate sopra al titolo vi rimando alla sua recensione), e oggi vi recensisco l'epilogo (breve, ma perfetto così) di esattamente 32 paginette.

“Ho sempre detto che per me la serie di Divergent era completa, ma un po’ di tempo fa ho realizzato che una parte della storia non era stata raccontata. Così ho scritto per me stessa quello che Tobias ha fatto negli anni dopo Allegiant. E la notizia è che lo condividerò con voi”. cit. Veronica Roth ai fans

Titolo: We can be manded
Lingua originale: inglese
Autore: Veronica Roth
Traduttrice: Roberta Verde
Editore:Mondadori
Anno: 2017
Genere:epilogo
Sotto genere: distopico
Formato che ho e prezzo di copertina:edizione limitata che era assieme al nuovo romanzo della scrittrice "Carve the mak"
Adattamenti cinematografici: //
E' talmente breve questo epilogo che non ha esattamente una trama, quindi basta solo sapere che è un racconto di ciò che succede 5 anni dopo del finale di Allegiant.

È difficile farvi una vera e propria recensione senza spoilerare, perché sono 32 mini pagine, quindi non c'è poi tanto da dire senza rovinare il contenuto a chi non lo ha ancora letto.
Quindi dico soltanto un paio di cose:

  • risponderà a domande che ci erano rimaste da Allegiant? si
  • avevo delle ipotesi di cosa potesse raccontare, e che effettivamente sono successe? Si, perché ammettiamolo, quella cosa (che solo chi ha letto sa) era quasi l'unica alternativa dalla prima pagina letta
  • nonostante questo l'ho apprezzato molto, mi ha fatto rivivere emozioni, mi ha fatto piacere ricordare, ho apprezzato  rincontrare certi personaggi e sapere come le loro vite sono “cambiate”

Ma mi fermo qui con i miei pensieri per non fare spoiler.



 VOTO: 5/5
Citazioni preferite: 
io citerei tutto il racconto, ma vabbe.
"Tu pensi che ci sia una cosa giusta da dire, ma non c'è"
E per chi ha il libretto sottolineo un passaggio che mi ha fatto rivivere molte cose a pagina 24.                               

Spero che anche questa breve recensione vi sia piaciuta, e sul serio DATE UNA POSSIBILITÀ A QUESTA MERAVIGLIOSA (per me) SERIE (sopratutto se amate il genere)   :)
Comunque mando un grosso saluto a tutti voi, e al prossimo post!
- La ragazza che si nasconde dietro un libro -

Nessun commento:

Posta un commento