sabato 21 gennaio 2017

RECENSIONE L'ACCADEMIA DEI VAMPIRI DI RICHELLE MEAD

Ciao a tutti lettori anonimi!
Oggi nuova recensione per voi di un libro che dopo due anni dalla sua pubblicazione, due anni che lo desideravo, ma per vari motivi non ho avuto l'occasione di leggere, ora finalmente lo ho concluso e sono qui per dirvi quello che ne penso.
Il romanzo in questione, come dice il titolo, è L'Accademia dei Vampiri di Richelle Mead, una scrittrice nata nel Michigan e attualmente vive a Seattle. è autrice di serie per adolescenti e adulti. I romanzi della Accademia dei Vampiri, bestseller internazionali, sono stati tradotti in trenta lingue e hanno avuto oltre otto milioni di lettori. In Italia Rizzoli ha pubblicato: Accademia dei vampiri, Morso di ghiaccio, Il bacio dell'ombra, Promessa di sangue e Anime legate. Dal primo romanzo è stato tratto il film Vampire Accademy: Blood sisters.

Titolo: L'accademia dei vampiri
Titolo originale: Vampire Accademy
Lingua originale: inglese
Serie e numero: Accademia dei vampiri, numero 1
Autrice: Richelle Mead
Editore: Rizzoli
Anno: 2014
Genere: romanzo
Sottogenere: paranormal fantasy- urban fantasy
Formato che ho e prezzo di copertina: rilegato a €14.90
Adattamenti cinematografici: è uscito il 1 maggio 2014 il film sul primo romanzo della serie, intitolato Vampire Accademy: Blood sister.

Fuggire dall'Accademia dei Vampiri sembrava l'unica strada per una vita "normale". Ma Lissa, principessa di una delle più nobili casate di vampiri, e Rose, sua migliore amica e guardiana, vengono ritrovate e riportate fra le mura del college. Dietro l'apparente ritorno alla normalità si nasconde una lotta senza regole per il controllo del potere, di cui Lissa è l'ignara custode. I pettegolezzi, gli sguardi curiosi, le malignità sono i nemici più facili da sconfiggere. Il pericolo reale si mostra solo quando decide di colpire. Lissa pagherà con la vita, se Rose non sarà capace di proteggerla.

Il romanzo ha due ragazze particolari come protagoniste, molto diverse ma che si completano assieme: Lissa Dragomir, una giovane principessa della famiglia Moroi, ovvero un vampiro; e poi c'è Rose Hathaway, sua migliore amica, non che una Dhampir, ovvero un'umana con una grande forza e sensi all'erta in ogni istante, che protegge il vampiro affidatole dagli Strigoi, vampiri malvagi e pericolosi.
Le due in passato avevano deciso di scappare dalla scuola che frequentavano, ma dopo un periodo di libertà da sole e nel mondo vero, vengono riportate contro la loro volontà a St.Vladimir's, l'Accademia dei vampiri in cui Dhampir e vampiri vivono e studiano assieme.
Principalmente vengono riportate all'interno della struttura, perché secondo la preside e tutti gli adulti che si prendono cura di loro all'interno della scuola, ritengono quel luogo uno dei più sicuri dai cattivi: in realtà non è nemmeno quello il posto sicuro che si pensava, e le due ragazze dovranno affrontare molti nemici, e non tutti saranno dei terribili Strigoi.


 

In queste due foto possiamo la mora Rose, anche in azione, nel film, interpretata da Zoe Deutch.

 


 



Mentre in queste due possiamo vedere la bonda Lisa, anche da vampiro, nel film interpretata da Lucy Fry.


Prima di proseguire, faccio un piccolo approfondimento delle varie creature che possiamo trovare, per capire meglio:
il libro ha principalmente una descrizione diversa dei vampiri dagli altri di questo genere, in particolare ci sono due gruppi, ovvero i Moroi e gli Strigoi.
I Moroi sono vampiri "puri" che vivono di sangue umano, ma non uccidono per questo, si affidano ai donatori, ovvero umani dipendenti dal loro morso. Ognuno di loro ha un potere magico che può essere o della categoria aria, o acqua, o terra, o fuoco. (La nostra protagonista è molto particolare per quanto riguarda i poteri, e oltre a questo hanno uno strano legame con Rose). Questi vampiri sono affidati sotto la protezione dei Dhampir, creature dell'unione del sangue vampiro e del sangue umano. Loro sono i loro guardiani e protettori, pronti a rischiare la vita per loro.
Ma in genere da chi scappano i Moroi? E i Dhampir da chi gli proteggono? La risposta è una: gli Strigoi, ovvero vampiri cattivi per scelta, se uccidono l'umano da cui si nutrono, oppure forzatamente, se sono costretti a bere il sangue di uno Strigoi, e lui il suo.
 
Analizzando la trama sembra complicato con tutte queste categorie o "razze" , ma fidatevi che ci si abitua subito, anche perché alla fine, per chi legge il genere fantasy, questo è una delle caratteristiche comuni che si possono trovare in questi romanzi.
Nel corso della lettura possiamo trovare alternanze di parti in cui racconta ciò che succede nel presente e i combattimenti che devono affrontare, ma allo stesso modo collegano eventi del passato/spiegazioni ulteriori di ciò che accade, come per esempio il motivo per cui sono scappate dalla scuola, dettagli su un misterioso e particolare incidente automobilistico, animali sgozzati in camera di Lisa,...

Questa lettura è leggera, scorrevole, non mancano momenti di azione, ed insomma è un buon young adult da leggere, dove è anche presente un lato romantico grazie al personaggio misterioso, strano e tenebroso di nome Christian, per quanto riguarda l'amore desiderato da Lisa, ma non c'è pace nemmeno per il cuore di Rose, che si innamorerà di Dimitri Belikov, un suo insegnante di combattimento, con cui non potrebbe avere una relazione.
Per tutta questa unione di scene di azione, romanticismo, dialoghi, narrazione, faccio i complimenti alla scrittrice, perché è riuscita a mantenere un' equilibro tra tutto ciò senza oscurare o tralasciare la trama.

Rose ha un carattere che mi è piaciuto molto: ironica, simpatica, determinata, schietta e forte, pronta a lottare e a difendere la sua amica anche quando non vuole, e anche se non sembra ha un forte senso del dovere. 
Poi c'è Lisa che prende "forma" solamente andando avanti con la storia, in particolare si vede una trasformazione del personaggio dopo numerosi scherzi di cattivo gusto, dove la nostra vampira decide di affrontare la situazione, e dopo tempo tirare fuori i suoi poteri.

Analizzando la scrittura posso ridire che è scorrevole, ma anche intrigante con le storie dei vari personaggi (cosa che ho apprezzato), anche se alcuni flash back erano tirati troppo per le lunghe.
Insomma, questo è un buon romanzo da leggere, fresco ed ironico, con dinamica e complessità della trama, che mi invoglia ad andare avanti con la serie, sperando che anche gli altri libri invoglino il lettore (anche un po' di più) ad andare avanti con la lettura.

P.s. consiglio la lettura di questo libro dai 16+

VOTO: 4/5 

(Mannaggia perché la storia e la trama sono molto belli, ma certi flashblack troppo lunghi non mi hanno fatto mettere quell'ultimo punto per arrivare a cinque.)


Spero che questo lungo post vi sia piaciuto, al prossimo!
-La ragazza che si nasconde dietro un libro-

Nessun commento:

Posta un commento