lunedì 15 agosto 2016

RECENSIONE CERCAMI NEL VENTO DI SILVIA MONTEMURRO

Ciao a tutti lettori anonimi! 
Oggi vi voglio presentare e recensire un magnifico libro, che vi lascerà un segno indelebile, che nessuno potrà mai cancellare o sostituire.
Il libro in questione è "Cercami nel vento" di Silvia Montemurro, una scrittrice italiana nata a Chiavena la notte di San Lorenzo del 1987. Oltre ai libri, ama la danza, gli asini e i viaggi: è ancora alla ricerca di un posto da chiamare casa.
Insegna teatro nelle scuole, fa la correttrice di bozze e scrive romanzi brevi per una rivista femminile. Il suo romanzo d'esordio, "L'inferno avrà i tuoi occhi", pubblicato nel 2013 da Newton Compton, è stato segnalato dal comitato di lettura del Premio Calvino.

Titolo: Cercami nel vento
Lingua originale: italiano
Autrice: Silvia Montemurro
Editore: Speling & Kupfer
Anno: 2016
Genere: romanzo
Sottogenere: romantico-drama
Formato che ho e prezzo di copertina: rilegato a €18.90
Libro successivo: spero che esca


Camilla vive di note sparse nel vento. Studia al conservatorio e la musica è il suo mondo. Abita in un paesino vicino a Milano, lo stesso dove è nata e che, a differenza delle sue amiche, non è ancora riuscita a lasciare. Chissà, forse un giorno lo farà, per tentare di colmare quell'inquietudine che ogni tanto la prende. Teo, invece, in paese è appena arrivato e ha ancora negli occhi il mare della sua Sardegna. Lo stesso che da piccolo fissava ogni giorno dalla finestra, a casa di sua nonna. Lì, con il naso incollato al vetro, faceva scoperte straordinarie, più istruttive di un libro di scuola. Forse è per quello che, una volta cresciuto, ha preferito rimboccarsi le maniche e mettersi subito a lavorare anziché studiare. Ed è proprio davanti a quella finestra che Teo ha iniziato a osservare le persone e a catalogarle, decidendo che, se mai avesse dovuto infilarsi in una delle sue assurde categorie, c'era solo una cosa che voleva essere: un solitario.
Camilla e Teo si incontrano in un giorno qualunque, in un bar qualunque. Ma, in quel momento, qualcosa accade. Perché è sempre una cosa innocua a cambiarci l'esistenza. Terra e mare, luce e ombra: Camilla e Teo sono due opposti che, dopo essersi brevemente respinti, si attraggono. L'amore tra loro è così intenso e unico da illuderli di essere invincibili. Ma la vita li costringerà presto a una prova terribile. Allora potranno vincere o soccombere, potranno farlo insieme o da soli. Nulla è già scritto e amarsi sarà l'unico modo per non lasciarsi spezzare.
Cercami nel vento non è solo un'indimenticabile storia d'amore, ma un romanzo speciale di una giovane scrittrice di grande talento con due protagonisti che non sono il clone di nessuno. Una storia che parla a ognuno di noi con gesti e parole autentici e universali e che avrai voglia di condividere. Come accade con le cose belle.




Questo romanzo narra la storia di due giovani ventenni che si innamorano inaspettatamente, e allo stesso modo devono superare ostacoli molto grand, se veramente vogliono rimare uniti per sempre.
La nostra protagonista femminile è Camilla, una ragazza che vive di note sparse nel vento. Lei è piena di sogni da realizzare, ma è anche una bravissima violinista che a breve si diplomerà al conservatorio di Milano.
Fortunatamente ha la sua migliore amica Jes, su cui può contare sempre, ed è innamorata di Roberto, il suo insegnante di muscia.
Il protagonista maschile è Teo, un ragazzo che guarda il mondo da una finestra affacciata sul mare, che lascia il suo paese natale della Sardegna per andare altrove e riniziare una nuova vita, cercando di lasciarsi alle spalle il suo tormentato passato.
Lui sceglie di andare a vivere in un piccolo paese di montagna chiamato Santa Croce, dove vive anche Camilla; i due si incontrano in un piccolo bar del paese, e nonostante sembrano molto diversi, e scorbutici tra di loro, in realtà scatta subito qualche cosa appena i loro sguardi si incrociano.
Anime fatte per stare insieme, perché quando due hanno un disastro in comune, parlano una lingua sconosciuta al resto del mondo.
Alla fine si innamoreranno, ma riusciranno a restare insieme dopo numerosi segreti venuti a galla l'uno dell'altro?


Questo romanzo è sicuramente un capolavoro a partire dalle prime quattro pagine di prologo, che mi hanno fatto innamorare di Teo e del romanzo; ti introducono nel mondo della storia facendoti riflettere, mettendoti curiosità, racchiudendo in poche pagine tanta sostanza. Assolutamente uno dei migliori prologhi che ho letto fino ad ora.
Il romanzo è narrato da una voce esterna dalla storia, ma che a seconda del capitolo si sofferma sulle vicende di Camilla o Teo (spero di essermi spiegata bene), e su questo ero un po' titubante. In genere preferisco i libri narrati dai personaggi, per capire meglio le loro riflessioni, emozioni e le loro motivazioni per come agiscono, ma in questo caso è stata una scelta perfetta e mi ha sorpreso molto questo stile di narrazione.
Un' altro punto assolutamente positivo, sono le parti scritte in corsivo che troviamo ogni tanto nel corso della lettura: per me sono diventate ottime citazioni e riflessioni. Ve ne lascio alcune qui sotto:

"La vuoi una notizia? BUM, la realtà ti scoppia davanti come una bomba. E questo vale per tutti. "

"Ci sono momenti fatti per stare in silenzio e momenti in cui abbiamo bisogno di parole. Le persone che ti capiscono riconoscono la differenza."

"Si fanno tanti progetti, ma poi la vita ci trascina altrove. Non si capisce mai cosa conta davvero, fino a quando non lo si perde."

E questo sono soltanto alcune, ma ce ne sono tante altre bellissime.

Se proprio proprio dovrei dirvi una cosa che mi è piaciuta di meno del romanzo, vi direi le pagine Moleskine di Camilla.
Pagine di annotazioni della protagonista che ho trovato in parte superflue, tranne l'ultima pagina che mi ha veramente riempito il cuore, come la lettera di Marco (solo chi ha letto il libro in questo momento mi potrà capire).


E' un romanzo che contiene molti significati, a seconda dell'interpretazione di chi lo legge: a me ha trasmesso speranza, voglia di vivere, credere e lottare per i miei sogni, senza lasciare la possibilità a nessuno di fermarmi.
Ricco di emozioni e parole che vanno dritte al cuore.
L'unica "pecca" del romanzo è che ha un finale secondo me lasciato in sospeso, e vorrei tanto, ma tanto, ma tanto poter leggere un seguito per sapere molte cose, che non  posso citarvi per non farvi spoiler.
In ogni caso lo stile di scrittura è semplice e scorrevole. 


Un romanzo che ricorderò sempre e che consiglio a tutti, però prima preparatevi perché vi lascerà a bocca aperta, per i temi molto seri e importanti che tratta.

VOTO: 5/5

Fatemi sapere che ne pensate, e al prossimo post!
- La ragazza che si nasconde dito un libro -

P.s. visitate i seguenti social della scrittrice Silvia Montemurro:
Instagram: @montemurrosilvia


Nessun commento:

Posta un commento