sabato 25 giugno 2016

RECENSIONE DI STORIA DI UN POSTINO SOLITARIO DI DENIS THÉRIAULT

Lettori anonimi oggi parliamo di un libro recente, scritto da Denis Thériault, uno scrittore nato nel 1959 in Canada (Québec), che porta il suo primo romanzo in Italia.

Dopo "Storia di una ladra di libri",un nuovo romanzo sulla magia della letteratura e sulla forza che hanno le parole di farci sognare,innamorare,vivere.

Titolo: Storia di un postino solitario
Titolo originale: Le facteur émotif
Lingua originale: francese
Autore: Denis Thériault
Traduttrice: Margherita Belardetti
Editore: Frassinelli
Anno: 2016
Genere: Romanzo
Sottogenere: Romance
Formato che ho e prezzo di copertina: rilegato a €16,90
Adattamenti cinematografici: //

TRAMA TRATTA DAL LIBRO STESSO:
Il "postino solitario" è Bilodo,27 anni,un ragazzo schivo,con pochi amici,appassionato e dedito al suo lavoro,lavoro che gli permette di trovare nelle vite degli altri quello che manca nella sua.
Bilodo infatti é un postino indiscreto,per quanto assolutamente innocuo:apre,di notte,le lettere che dovrà distribuire il mattino successivo, e si immedesima nelle esistenze dei corrispondenti.
Immagina,fantastica,sogna;si appassiona,si commuove,si arrabbia.
Tra tutte le lettere che più é ansioso di "ricevere",sono quelle di Ségolène,una donna misteriosa che vive in Guadalupa,e che manda degli "Haiku" i caratteristici componimenti poetici giapponesi, a Gaston Grandpré,una delle persone servite da Bilodo,che di Ségolène, in qualche modo,si é innamorato.
Quando a causa di un incidente,Gaston morirà,proprio sotto gli occhi di Bilodo,il giovane postino non riuscirà a rassegnarsi alla perdita di quei componimenti che ormai sente in qualche modo come "suoi",e si sostituirà a Grandpré nella corrispondenza con Ségolène.
E non soltanto in quella.

La trama mi sembra molto semplice, e non ha bisogno di ulteriori descrizioni, anche perché è un romanzo talmente bello che voglio evitare di fare spoiler, dovete gustarvelo pienamente.

Una storia che ci coinvolge pagina dopo pagina, lasciando noi lettori soddisfatissimi di ciò che abbiamo letto.
Piena di colpi di scena fantastici, parti poetiche e un finale insaspettato, questo romanzo racconta la storia di un' amore irreale, che un giorno potrebbe diventare reale grazie a tanti personaggi: dagli amici, come Robert, la ex del nostro protagonista, Tania, che gli ha fatto provare il dolore di un cuore spezzato da una persona che amavi, al nostro Bilodo un eroe che “mente” a fin di bene.

Se non fosse per il difetto dei pochi dialoghi e di una storia raccontata in sole 170 pagina, quando ne meriterebbe molte di più, avrei dato il punteggio massimo.

Un libro che consiglio a chi cerca un libro dalle sfumature fiabesche e che lo farà stare sulle spine, finchè non scopre cosa succederebbe ad un vero appuntamento tra Bilodo e Ségoléne.

VOTO: 4/5

Spero di essere stata chiara, se avete dubbi o consigli contattatemi.
Ci vediamo al prossimo post
-La ragazza che si nasconde dietro un libro-



Nessun commento:

Posta un commento