martedì 29 marzo 2016

RECENSIONE DE "LA QUINTA ONDA" DI RICK YANCEY

Lettori anonimi oggi parliamo del nuovo romanzo di Rick Yancey, fatemi sapere che ne pensate del libro, ma adesso partiamo con la recensione.

Titolo: La quinta onda
Titolo originale: The fifth wave
Lingua originale: inglese
Serie: #1 di “ la quinta onda”
Traduttrice: Elisabetta Spediacci
Editore: Mondadori
Anno: 2014 (in Italia)
Genere: Romanzo
Sottogenere: fantascienza
Adattamenti cinematografici: dal 4 febbraio 2016 in Italia c'è la rispettiva rappresentazione cinematografica, diretta da J Blakeson

Vorrei partire introducendo alcune parti del libro che mi sono piaciute, e ho notato che anche altre blogger amiche le hanno scelte, per cercare di inquadrare meglio il libro in una presentazione generale.
«Se ti restassero venti minuti di vita cosa faresti?»
«Non lo so – ho detto. – Ma di sicuro niente che ti coinvolgesse.»
«Perché?» Senza aspettare la risposta, che come probabilmente intuiva non gli sarebbe piaciuta, ha proseguito: «E se io fossi l’ultima persona sulla terra?»
«Se tu fossi l’ultima persona sulla terra, non sarei lì a fare qualcosa con te.»
«Okay. E se fossimo le ultime due persone sulla Terra?»
«Allora finiresti comunque per essere l’ultima, perché mi suiciderei.»
«Non ti piaccio.»
«Ma dai, Crisco? Da cosa l’hai capito?»
E’ come se uno scarafaggio escogitasse il modo di fermare la scarpa che sta per schiacciarlo.
Perché il mondo come lo conosciamo noi, non esiste più.
Gli alieni sono stupidi.
Non parlo degli alieni veri. Gli Altri non sono stupidi. Gli Altri sono così evoluti rispetto a noi, che sarebbe come paragonare l’umano più stupido al cane più intelligente. Non c’è gara.
No, parlo degli alieni che popolano la nostra fantasia.
Quelli che ci siamo inventati a partire dall’istante in cui abbiamo capito che le luci scintillanti nel firmamento erano soli come il nostro, probabilmente contornati di pianeti come il nostro. Sì, insomma, gli alieni che ci immaginiamo, quelli che
vorremmo ci attaccassero, gli alieni umani. Li avete visti un milione di volte. Piombano giù dal cielo sui loro dischi volanti per radere al suolo New York, Tokyo e Londra, oppure attraversano il Paese su enormi macchine simili a ragni meccanici facendo fuoco con armi laser, e dieci volte su dieci l’umanità mette da parte le divergenze e si coalizza per sconfiggere l’orda aliena. Davide uccide Golia, e tutti (eccetto Golia) tornano a casa felici. Stronzate.
...“Lascia stare. Non è importante” risposta “Non c'è più nulla che non sia importante.”
TRAMA TRATTA DAL LIBRO STESSO:
Dopo la prima onda la Terra sprofonda nel buio.
Dopo la seconda onda si salvano i fortunati.
Dopo la terza onda sopravvivono i più sfortunati.
Dopo la quarta onda non puoi più fidarti di nessuno,.
La quinta onda è appena cominciata...

Di notte, Cassie non può più guardare il cielo stellato con gli stessi occhi di prima; ora sa che loro arrivano da lì, da quegli astri luminosi e distanti, e arrivano per distruggere il suo mondo. Cassie è tra gli ultimi superstiti, sola, in fuga da loro, esseri mandati sulla Terra per sterminare la specie umana: l'unica speranza che le resta è ritrovare Sammy, il fratellino che le è stato strappato dalle braccia. Quando il misterioso Evan Walker si offre di aiutarla, Cassie capisce che deve prendere una decisione: fidarsi o rinunciare alla sua missione, arrendersi o continuare a lottare.

Improvvisamente iniziano degli avvenimenti inspiegabili nella Terra, dovuto dall'arrivo degli “altri”, così i nuovi abitanti del pianeta, vengono soprannominati dalla protagonista Cassiopea Marie Sullivan (conosciuta come “Cassie”).
Col tempo, si identificano questi avvenimenti come delle onde da cui non si può scappare:
  • la prima spegne il mondo;
  • la seconda rivolta la Terra;
  • la terza diffonde la malattia;
  • la quarta da inizio alla rivolta.

Cassie e gli altri personaggi principali della storia, si ritrovano soli. I genitori della protagonista muoiono a causa della malattia fatta circolare dagli “Altri”, e da falsi alleati; poi c'è suo fratello Sammy, che viene inserito in un centro di addestramento di macchine da guerra, la cui definizione più appropriata per descriverlo meglio, è un campo di sterminio dove i più deboli vengono eliminati all'istante, e ai più forti viene insegnato ad uccidere, a far fuori il presunto nemico, per poi scoprire di essere pedine nelle mani aliene.
Le voci narranti del romanzo sono tre, Cassie che ci narra quello che sta accadendo e come è iniziato tutto; la seconda è quella di Evan Walker, un personaggio interessante e ben definito, che fin dall'inizio il lettore intuisce la “doppia vita/esistenza”, racchiusa nel corpo di esso; la terza è di Ben/Zombie, l’ex compagno di scuola di Cassie, inserito nel programma di pratica militare e che accompagnerà Sammy in quella strana esperienza.

Il libro è scritto in modo scorrevole e con un lessico comprensibile a tutti, e allo stesso tempo (in alcuni punti) troviamo qualche sfumatura ironica, per alleggerire la situazione.
Più si va avanti e più diventa interessante e coinvolgente, fornendo al lettore sempre più informazioni per ricostruire il presente ed il passato.
Sinceramente ho preferito le parti di Cassie ed Evan, perché le ritenevo più “scorrevoli”, ma ciò non toglie che anche Ben è importante per capire alcuni aspetti del presente.
Concludo dicendo che è un libro che o si ama o si odia (io l'ho amato), che valorizza il significato della vita, della famiglia, delle promesse, che nulla ad un certo punto della tua vita può sembrare banale come credevi, e che bisogna avere speranza sempre.
È un libro per ragazzi che tratta valori da “adulti”, che come avviene nel libro, all'inizio abbiamo una ragazzina, ma alla fine, se pur diciassettenne, è diventata una ragazza/donna matura.

Sicuramente prenderò il secondo “Il mare infinito”, per approfondire ancora meglio tutto quello che gira attorno agli Altri, e per capire come andrà a finire questa storia.

VOTO: 4,5/5

Spero di essere stata chiara, se avete dubbi o consigli contattatemi.
Ci vediamo al prossimo post
-La ragazza che si nasconde dietro un libro-



Nessun commento:

Posta un commento