domenica 3 settembre 2017

RECENSIONE "UNO SPLENDIDO ERRORE" DI ALI NOVAK

Salve a tutti lettori anonimi, mi scuso per il ritardo di questa settimana per il post lifestyle, il post a tema libroso e per il post dei preferiti del mese di agosto. Vedrò di recuperare tutto il prima possibile, partendo da questa recensione.
Prima di iniziare con il vero e proprio post, vorrei ringraziare coloro che si sono iscritti, e invito tutti a commentare o a contattarmi per qualsiasi cosa, e se volete pubblicizzare o suggerire ai vostri amici il mio blog, mi farebbe molto piacere.
E ora bando alle ciance, iniziamo a parlare del libro "Uno splendido errore: My life with the Walter boys" di Ali Novak, una ragazza che si è laureata in scrittura creativa alla University of Wisconsin-Madison. Ha scritto  "Uno splendido errore" ha soli quindici anni, a puntate sulla famosa piattaforma Wattpad. La sua storia è stata letta milioni di volte prima di essere pubblicata da un'importante casa editrice americana ed essere tradotta all'estero. Per saperne di più visitate il suo sito internet www.alinovak.com .

Titolo: Uno splendido errore
Titolo originale: My life with the Walter boys
Lingua originale: inglese
Autrice: Ali Novak Traduttrice: Ilaria Ghisletti
Editore: Newton Compton
Anno:2014
Genere: narrativa contemporanea/young adult Sottogenere: romance
Formato che ho e prezzo di copertina: rilegato a €9.90
Adattamenti cinematografici: //
 
Jackie non ama le sorprese e considera il caos il suo peggior nemico. Ha capito presto che il modo migliore per ottenere un po’ di considerazione da parte dei genitori troppo impegnati è quello di essere perfetta. E così si è trasformata nella figlia che chiunque desidererebbe: look impeccabile, ottimi voti a scuola, amicizie selezionate. Ma il destino ha in serbo per lei una vera e propria rivoluzione… Un terribile incidente, infatti, le porta via i genitori e Jackie all'improvviso è costretta a lasciare il suo elegante appartamento di New York per trasferirsi in un ranch in Colorado, dai Walter, i suoi nuovi tutori. E non è tutto. I Walter hanno ben dodici figli: undici maschi e un “maschiaccio”. Jackie si ritrova così circondata dal nemico, da ragazzi chiassosi, sporchi e invadenti che sembrano non conoscere affatto la nozione di “spazio personale”. Come potrà adattarsi e andare avanti quando, per mantenere vivo il ricordo dei suoi genitori, sente di dover continuare a essere perfetta?

Il romanzo parla della giovane Jackie, che sfortunatamente perde i genitori e la sorella in un terribile incidente. Lei si ritrova da sola e costretta ad andare ad abitare da suo zio nell''Upper East Side di New York, in un Ranch in Colorado, con la famiglia di un'amica del college di sua madre che ha 11 figli maschi e 1 femmina maschiaccio. Jackie si ritrova in un caos completo, totalmente diverso dalla sua vita semplice ed organizzata in ogni minimo dettaglio. I ragazzi sono belli fisicamente, ma spesso poco rispettosi, mettendo in difficoltà Jackie nel tentativo di legare con loro. Da subito la ragazza si sente molto attratta da Cole, ma successivamente anche da Alex. Cole la porta a fare cose ben superiori ai suoi standard di vita, mentre Alex le dona attimi di tranquillità.
Senza rendersene conto si ritroverà in situazioni inaspettate, dalla scuola alla nuova famiglia, ma lei sarà in grado di risolvere tutti quei casini? 


La trama l'ho trovata avvincente, anche se ammetto che la traduzione del titolo in italiano non è adatto alla storia del romanzo, anzi non centra assolutamente nulla a mio parere.
Detto ciò il romanzo è narrato in prima persona dalla sedicene Jackie, una ragazza che cresce e matura nel corso della storia, prendendo decisioni che non sempre ho condiviso, ma allo stesso tempo comprendo le ragioni delle sue scelte.
Oltre a Jackie veniamo a conoscenza di tantissimi altri personaggi, in particolar modo degli 11 ragazzi Walter e la della giovane ragazza molto maschiaccio; tutti vengono citati più di una volta nella storia, chi più e chi meno, ma nonostante questo la scrittrice è riuscita a caratterizzare in maniera adeguata tutti quanti (una grande cosa, vista la sua giovane età), e mi ha fatto apprezzare molto il modo in cui gli fa conoscere al lettore, ovvero gradualmente. Lei non presenta tutti i tratti dei personaggi subito, ma prima ci da una descrizione generale, per darci un'idea di chi stiamo conoscendo, e poi man mano che la storia procede veniamo a scoprire nuove caratteristiche. 

Il finale lo ho apprezzato molto, perché nonostante sia in sospeso, lo trovo molto adatto per una situazione così confusionaria come quella creata da Ali. La stessa scrittrice parlava di un seguito, ma per il momento non è ancora stato pubblicato nulla.

Lo stile di scrittura è molto scorrevole, veloce e coinvolgente, un vero e proprio romanzo da gustare senza troppo impegno come altri richiedono. Il messaggio che vuole sottolineare, è non abbattersi mai, perché la vita non è facile e presenta un sacco di difficoltà non previste, ma non per questo dobbiamo smettere di combattere per i nostri sogni e per ciò che vogliamo diventare.

Consiglio questo libro a tutti, indipendentemente dall'età, sopratutto a coloro che vogliono una storia leggera, ma che faccia sorridere, riflettere e vedere le strane vicende di un triangolo amoroso.

VOTO: 4/5


E voi lo avete letto? Che ne pensate?
Al prossimo post!
-La ragazza che si nasconde dietro un libro-

Nessun commento:

Posta un commento