mercoledì 28 dicembre 2016

RECENSIONE LA CASA DEI RAGAZZI SPECIALI DI MISS PEREGRINE SCRITTO DA RANSOM RIGGS

Ciao a tutti lettori anonimi, oggi nuova recensione per voi, di un romanzo dal successo incredibile scritto da Ransom Riggs, nato in Florida si è diplomato al Kenyon College e alla scuola di cinema e televisione della Unversity of Southern California. Autore di cortometraggi, blogger, scrittori di viaggi e collezzionista di foto d'epoca. Attualmente vive Los Angeles con la moglie ed un gatto. Il suo sito internet è www.ransomriggs.com 
Ma partiamo subito con la recensione:

Titolo: La casa per ragazzi speciali di Miss Peregrine
Titolo originale: Miss Peregrine's Home for peculiar children



Lingua originale: inglese



Autrice: Ransom Riggs


Traduttrice: Ilaria Katerinov


Editore: Rizzoli


Anno: 2011


Genere: romanzo


Sottogenere:fantasy-paranormale


Formato che ho e prezzo di copertina: brossura a € 10.00


Libro successivo: Hollow city


Adattamenti cinematografici:è uscito il film (molto atteso) il 15 dicembre 2016, diretto da Tim Barton

Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista o qualcos’altro, qualcosa di vivo e ancora pericoloso? Jacob decide di attraversare l’oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri orfani scampati all’orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e reperti di vite lontane, il ragazzo potrà stabilire se i racconti del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, siano stati solo invenzioni, buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, in quelle parole ci sia almeno un granello di verità, come suggerisce la strana collezione di fotografie d’epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle immagini ingiallite, bizzarre e inquietanti, fossero davvero speciali, dotati di poteri straordinari, forse addirittura pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro? Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali, un caso letterario internazionale, ha venduto più di un milione e mezzo di copie in tutto il mondo. 
Questo libro è stato un vero successo per me, dall'edizione meravigliosa, all'idea originale di inserire foto d'epoca molto particolari; Ransom Riggs è riuscito a creare una nuova forma di scrittura di paranormale che ho apprezzato molto.

Trovo lo stile di scrittura molto semplice e scorrevole, vista la difficoltà nel riuscire a descrivere i posti e persone trattate nel corso della storia, perché l'autore ha realizzato un'ambiente molto particolare che fino ad ora non avevo incontrato in altre letture.
Il surreale, l’avventura, le ambientazioni dark, i luoghi magici, la realtà crudele della guerra e della persecuzione degli ebrei, l’incubo, il sogno, i viaggi nel tempo, la verità, i segreti e tanti altri aspetti, sono ciò che troviamo all'interno di questo romanzo.Voglia di andare avanti, e coinvolgimento, sempre presenti a mio parere, tanto che le storie che sembrano così lontane e di un altro mondo, sono descritte talmente bene che sembrano vissute dallo scrittore in persona.

La casa per bambini speciali di Miss Peregrine è un libro che si può tanto amare o da cui si rimane indifferenti, ma tutto sta nella predisposizione del lettore.

Secondo me, questo è uno di quei romanzi dove vorrei dire molto, perché ci sarebbe veramente tanto da dire (dato che l'ho amato questo libro), ma non riesco a trovare le parole giuste che diano onore al romanzo letto, ed inoltre perché trovo che sia talmente avvincente al punto che il lettore deve scoprire un po' alla volta (e da solo) questo ambiente e stile di vita a noi estraneo.

VOTO: 4,5/5

Un magico saluto a tutti voi, e al prossimo post!
-La ragazza che si nasconde dietro un libro-

Nessun commento:

Posta un commento